×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 498

La Siena segreta scoperta con il FAI

Anche noi siamo andati alla scoperta della Siena nascosta e dei suoi dintorni.

Posta Medicea " Osteria Grossa ": incontro Mozart e Dickens .

Prima tappa del nostro itinerario è Radicofani. Il paesaggio che ci si presenta quando arriviamo nelle prime ore del mattino, ci racconta di storie antiche di cavalieri e di dame. Oggi il FAI ha aperto la Posta Medicea, un edificio del XVI secolo lungo la via Francigena, commissionato dal granduca Ferdinando I de 'Medici ( 1584) e costruito dal celebre architetto Bernardo Buontalenti. Di fronte una magnifica fontana, costruita nel 1603, che serviva ad abbeverare i cavalli. Radicofani fu uno dei centri più importanti della Via Francigena, data la sua posizione strategica, proprio al confine tra il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio.

Questo edificio era sul percorso che conduce direttamente da Radicofani a Roma. Gli spazi sono notevoli: al piano terra le scuderie, le sale di entrata, le cucine, le sale da pranzo, le camere principali e gli alloggi per le guardie. Al primo piano, due grandi saloni, l'appartamento dei proprietari, la Cappella Reale dei SS . Annunziata, e le camere per gli ospiti importanti. Al secondo piano , due saloni per la servitù e le camere per gli altri ospiti. L' edificio è stato utilizzato come stazione di posta e cambio cavalli ferroviaria fino alla fine del XIX secolo, quando divenne residenza privata della famiglia Bologna.

Molti personaggi importanti si sono fermati: i papi Pio VI e Pio VII, il Granduca Ferdinando I, Cosimo II, Leopoldo II, lo scrittore Thomas Gray, l'imperatore Giuseppe II d'Austria, Giacomo Casanova, il marchese de Sade Stendhal , François René de Chateaubriand , John Ruskin, Charles Dickens e altri.

Oratorio della Compagnia della Santissima Trinità: la Siena segreta

Dopo una immersione poetica nei dintorni senesi, siamo tornati a Siena, scegliendo l’Oratorio della Compagnia della Santissima Trinità, fondata dal monaco Francesco Patrizi che, nel 1298 diede vita ad una pia associazione di soli uomini, la“ Compagnia Minore della Vergine Maria". Nel 1338, i fratelli decisero di cambiare il nome della società e dedicandola alla Santa Trinità e alla Vergine Maria. L' Oratorio è nella contrada di Valmontone. La società ha dato ospitalità ai membri della contrada, dando loro una parte dei locali per la loro sede fino al 1743, anno in cui si trasferì presso l'oratorio di San Leonardo.

All'interno, si può ammirare la straordinaria ricchezza dei colori degli affreschi del pittore senese Ventura Salimbeni che ha affrescato i soffitti a volta. Dopo una storia molto travagliata, la confraternita, ancora esistente, ha conservato gli scopi di mutua assistenza tra i suoi membri e la cura, il restauro e la conservazione delle memorie storiche della compagnia.

Approfitta di questa offerta per scoprire Siena

Verifica disponibilità
Prenota Chiama Email